La nostalgia e la memoria – Sante Notarnicola

Pubblicato: 06/29/2014 in Poesia - Letteratura
Tag:, , , ,

Talvolta vorrei ripercorrere le strade del mio quartiere e ritrovare vorrei quella generazione che si formò sul testamento di Julius Fucik colui che sotto la forca scrisse a noi per noi la generazione che correva compatta da papà Cervi a consolarlo a consolarsi quella generazione che disarmata raccolse la bandiera della Resistenza prima che la borghesia l’agitasse oscena vorrei ritrovarmi con gli operai perseguitati da Scelba e da Valletta quelli dell’Officina Stella Rossa i licenziati che seppero tenere e ricordare qui vorrei gli anni Cinquanta tutti uno per uno giorno dopo giorno ricordare gli affanni ricordare la fame ricordare il freddo il carbone comprato a cinque chili per volta e il baracchino con la pasta scotta e null’altro poi gli scontri luglio ’60 e gli struggenti ragazzotti di piazza Statuto col selciato tra le mani ripercorrere vorrei tutta via Cuneo attraversare la Stura, la Dora e tutto il quartiere mio guardare vorrei per una volta ancora la vecchia casa col cesso sul ballatoio ritrovare per un attimo solo i vent’anni miei colui che per primo mi chiamò terrone e m’insegnò poi che fare il crumiro era il crimine più grande in ultimo vorrei chinarmi assorto sull’elenco angoscioso di chi non c’è più e nascondermi vorrei in via Chiusella la più brutta delle strade del quartiere mio ricordare anche l’addio violento, feroce, l’ira ma pure ritrovare le radici in questo quartiere piatto come l’anima vasto come l’orgoglio amato e vissuto da quella generazione la più infelice la più dura la più cara.
Assalti Frontali
Terra di nessuno

Annunci
commenti
  1. kleovis ha detto:

    buongiorno cara.
    ti mando sto articolo che ho trovato gia tradotto in athens indy.
    per me è abbastanza facile tradurre dal italiano al greco, molto molto difficile il contrario.
    ho scritto tre libri con le mie esperienze in Italia degli anni à70 ‘ e non solo’ , ma non riesco a fare una traduzione per bene.
    ti saluto, mikis

    https://lists.riseup.net/www/info/anarchistblackcrossgreece
    Aggiornamento su Nikos Maziotis

    Come noto il 16 luglio, durante un controllo casuale, il compagno Nikos Maziotis è stato arrestato, dopo essere stato ferito al braccio da un colpo d’arma da fuoco.

    Sin dal primo momento, i media borghesi hanno tentato di presentare il compagno come “minaccia sociale”e di sminuire l’azione politica di “Lotta Rivoluzionaria”. Infatti, Nikos Maziotis ha difeso la propria vita e la propria libertà, arma in pugno.

    Media e polizia hanno cercato di costruirsi una versione degli eventi, secondo cui il compagno stava sparando in modo indiscriminato e metteva a repentaglio la vita dei passanti, cosa ben lungi dalla realtà.

    Immediatamente è iniziata un’intensa operazione d’inchiesta e ricerche nelle case di compagni ed è stata organizzata una caccia all’uomo per trovare la compagna Pola Roupa sfuggita alla cattura. Per quanto riguarda il suo stato di salute, Nikos Maziotis è fuori pericolo e verso la metà di settembre saprà se è richiesto un altro intervento chirurgico al braccio. È provato per l’operazione subita e si sottopone a intense medicazioni, pena rischio d’infezione.

    Dopo un breve ricovero all’ospedale di Evangelismos, Nikos è stato trasferito nell’ospedale della prigione di Koridallos (Atene) e poi, con accanimento, alla prigione di Diavata (Salonicco) priva delle necessarie infrastrutture per controllare la sua situazione medica, dove le possibilità di comunicare sono ridotte.

    Ciò nonostante Nikos continua a essere molto su di morale e di ottimo umore.

    Non riconosce né polizia né autorità giudiziarie e pertanto non ha chiesto affatto scusa. Ha solo dichiarato di essere un rivoluzionario e che i membri di “Lotta Rivoluzionaria” non si scusano davanti ai porci dello Stato. La sua presenza e le sue argomentazioni saranno a sostegno dell’azione rivoluzionaria armata e di “Lotta Rivoluzionaria” in particolare. Conferma che è stata solo l’intenzione di continuare la lotta a portare lui e Pola Roupa alla fuga e alla clandestinità.

    Dal giorno del suo arresto ci sono stati molti movimenti di solidarietà, è stata sviluppata controinformazione su quanto accaduto e proseguono gli sforzi in tal senso.

    In generale, in agosto daremo la priorità alle questioni mediche e ai tentativi di farlo riportare a Koridallos.

    Per fine agosto, primi di settembre Nikos farà una dichiarazione politica. Tenete presente che nei prossimi mesi non potrà scrivere.

    Vi terremo informati su ogni sviluppo.

    ti abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...